Se non visualizzi correttamente questo messaggio clicca qui

Trust our experience
to manage your business.

Contatti

RGM Consultants Srl
via Ponchielli, 4
20063 Cernusco S/N MI
Tel e Fax +39 02 92113196
info@rgmconsultants.it
www.rgmconsultants.it

Se non desidera ricevere ulteriori comunicazioni da RGM Consultants Srl: CANCELLAMI.

Busy business

Messaggio per genitori cyber-sauri.

Il pericolo che un genitore che non conosce nulla di computer, non naviga su Internet e non è mai entrato nelle pagine di un social network può far correre ai propri figli cyber-evoluti, lasciandoli "smanettare" tranquillamente, non è da sottovalutare. La comprensibile ostinazione a voler rimanere al di fuori del mondo digitale può impedire a padri e madri dei ragazzini di oggi di vigilare sull'utilizzo che questi fanno della tecnologia. È dunque dovere di chi, come noi, con il computer ci lavora quotidianamente di allertare i genitori "cyber-sauri" e dar loro alcuni consigli su come interdire, ad esempio, l'accesso ai siti porno o bloccare i possibili "cattivi incontri" nel mondo virtuale. Internet è il luogo meno sicuro in cui far crescere i figli, i bambini soprattutto che, per loro natura, sono innocenti. Oltre a continuare a ripetere loro di non prendere caramelle dagli sconosciuti, non dovremmo lasciarli troppo soli davanti allo schermo di un computer.
Per saperne di più, ecco un paio di link per il controllo parentale:
http://www.microsoft.com/
http://www.windows-help-central.com/

The ultimate news

Digital divide: personal computer e internet
dividono il mondo?

"I nuovi media sono un mezzo senza volto in cui la dignità della persona può essere facilmente dimenticata e calpestata." Sono parole facilmente condivisibili: le ha pronunciate Benedetto XVI, 83 anni, durante il recente convegno intitolato "Testimoni digitali. Volti e linguaggi nell'era crossmediale" nel quale ha sottolineato i rischi di internet, quando manca la centralità della persona. "La rete – ha spiegato papa Ratzinger – manifesta una vocazione aperta, tendenzialmente egualitaria e pluralista, ma nel contempo segna un nuovo fossato". Il digital divide, il problema cioè dell'accesso ai nuovi media, "separa gli inclusi dagli esclusi e va ad aggiungersi agli altri divari, che già allontanano le nazioni tra loro e anche al loro interno. Aumentano pure – ha aggiunto – i pericoli di omologazione e di controllo, di relativismo intellettuale e morale, già ben riconoscibili nella flessione dello spirito critico, nella verità ridotta al gioco delle opinioni, nelle molteplici forme di degrado e di umiliazione dell'intimità della persona. Ci sono dinamiche collettive – avverte il pontefice – che possono farci smarrire la percezione della profondità delle persone e appiattirci sulla loro superficie; quando ciò accade, esse restano corpi senz'anima, oggetti di scambio e di consumo."

Il link del mese

Tour di Parigi in una foto interattiva
da 26 Gigapixel.

"Paris 26 Gigapixels" è un montaggio di 2346 foto che mostrano una visione panoramica ad altissima definizione della capitale francese (354159x75570 px).
Un team di grandi fotografi professionisti ha scattato con potenti teleobiettivi, le istantanee di ogni millimetro di Parigi, da una torre che sovrasta la città, e poi le ha assemblate in un panorama interattivo in cui è possibile spostarsi a 360 gradi sullo schermo e ingrandire a piacimento un qualsiasi particolare. Il risultato è veramente incredibile. La difficoltà non deve essere stata quella di fare le fotografie, quanto probabilmente di ovviare agli errori di sovrapposizione del sofware. Non osiamo pensare a quante ore di lavorazione sono state necessarie!

Per rendersene conto, vale la pena di tuffarsi nell'immagine e visitare Parigi come mai prima:
http://www.paris-26-gigapixels.com/
E per capire come è stato possibile realizzare questo progetto, guardate il video.

Il libro del mese

Ryszard Kapuscinski “Opere”
I Meridiani Mondadori

I "Meridiani" Mondadori compiono quarant'anni. Uno degli ultimi imperdibili volumi pubblicati in questa collana, dalle pagine leggermente gialline, sottilissime, così lisce e morbide al tatto, è senz'altro quello dedicato all'opera del famoso giornalista e scrittore polacco, scomparso nel 2007. Il Meridiano si apre con Il negus (1978), celeberrimo reportage dedicato al crollo del regime di Hailé Selassié che lo impose all'attenzione della stampa mondiale, e offre in ordine cronologico i libri dei più importanti viaggi di Kapuscinski; "Shah-in-Shah" (1982), racconto del suo anno trascorso in Iran quando l'ayatollah Komeini prese il potere, "Imperium" (1993), grande saggio-reportage sul dissolvimento dell'impero sovietico, "Ebano" (1998), summa della sua pluridecennale esperienza in Africa. Completano il piano dell'opera (oltre a "In viaggio con Erodoto" - in cui Kapuscinski rilegge la sua esperienza alla luce della figura dello storico greco, da lui definito "primo vero reporter della storia" -, e al reportage "La guerra del football", altra fondamentale tessera della sua riflessione sul tema della guerra), una scelta da "Lapidarium", splendido seppur poco noto intarsio di esperienze del reporter e riflessioni filosofico-antropologiche del Kapuscinski maî tre à penser, e le poesie, alcune delle quali inedite.

Copyright © 2010 RGM Consultants s.r.l. All Rights Reserved.
Powered by Giroidea.it

Via Ponchielli, 4 - 20063 Cernusco S.N. (MI) Italy
Tel. / Fax 02.9211.3196 - info@rgmconsultants.it
P.I. 02117350963